In questo episodio Tutino prova una grande varietà di letti che la natura gli offre, alla ricerca del luogo che possa finalmente conciliargli il sonno.
E voi, avete mai provato a dormire all’aria aperta, in un prato, in un bosco o in una radura?
Per chi volesse sperimentare, che siate degli inguaribili dormiglioni o degli insonni senza speranza, ci sono un po’ di preziosi consigli da tenere a mente:

 

1) Portate sempre un cuscino con voi;



2) State attenti a non prendere il posto di qualcun altro;



3) Ma soprattutto… se fate uno spuntino prima di coricarvi, poi non dimenticate in giro resti appetitosi!



Chi dorme dove

Vi sarete accorti che il nostro piccolo protagonista cerca di prendere esempio dagli animaletti che incontra lungo il cammino per riuscire ad addormentarsi, sperimentando i più diversi tipi di tana: sembrano tutti così comodi e a loro agio, ciascuno nel proprio giaciglio!
Ogni bestia del libro ha dunque un letto fatto apposta per le sue esigenze: il riccio le foglie, gli uccellini il nido e i conigli le buche sotterranee.
Provate allora a fare uno sforzo di immaginazione (o addirittura a documentarvi!), assegnando ad altri animali la tana che fa al caso loro.



Chi dormirà in un mucchio di legnetti? E chi nell’incavo dentro l’albero?
Stampate le tane in Pdf e provate ad abbinarle al loro ospite più adatto, senza dimenticare i grandi classici della nidificazione!



Ci hai dormito sopra?

Che si dorma all’aperto o al chiuso, sul pavimento o sul più lussuoso dei letti, non è solo la natura ad offrire una gran varietà di modi per riposare: amache, sacchi a pelo, letti a castello o a baldacchino, materassi a molle o ad acqua… esistono infiniti modi per starsene in panciolle, non tutti così comuni! Voi, quali avete già provato?



Stampate la scheda in Pdf e verificate quanta esperienza potete vantare in fatto di pisolini…


Poster del Gran Letargo

Come si è visto finora, di modi per dormire ce ne sono davvero tanti, ma una cosa è certa: tutti, ma proprio tutti, alla fine dormono!
Alcuni, poi, si riposano davvero a lungo: sono quelli che trascorrono i mesi invernali andando in letargo, come spesso si vorrebbe fare quando fuori fa freddo.



Stampate il poster e, muniti di pennarelli, completate le tane sotterranee con gli animali che vanno in letargo… ricordandovi però di riservare un posto anche a Tutino!


Se alla fine di queste attività siete tanto stanchi da dormire in piedi, fatelo pure… ma poi scriveteci a info@minibombo.it.






Leggi la scheda del libro


Chiudi