Gli opposti si… uniscono!

Di certo avrete notato come in questo libro il gioco dei contrari si fa davvero duro: non solo vengono raccontate delle vicende opposte tra loro ma anche l’opposto viene ribaltato e presentato al contrario! Se nella pagina di sinistra, ad esempio, il pulcino è fortunato mentre il verme è sfortunato, basta appena spostare lo sguardo sulla pagina di destra ed ecco che la situazione si ribalta e chi prima era fortunato ora è sfortunato e viceversa… c’è da perderci la testa!



Per riuscire a diventare dei maestri nell’individuazione del contrario del contrario, sarebbe sicuramente utile fare un piccolo ripasso concentrandovi su alcune coppie di opposti: bianco-nero, alto-basso, corto-lungo… Attenzione però, quello che sembra un esercizio semplice nasconde molte insidie: aguzzate la vista e rispolverate tutte le vostre conoscenze in fatto di animali, forme e colori!

Prendete una matita e unite le coppie di opposti che siete in grado di scovare all’interno di questa affollatissima tavola… sicuri di riuscire a individuarle proprio tutte?



Opposti sì, ma perché?

È vero che questo è un libro fatto tutto di contrari, però gli animali protagonisti di queste piccole vicende hanno tutti una cosa in comune: se per loro una volta le cose sembrano andare per il verso giusto, la volta dopo tutto cambia e la loro situazione prende una piega decisamente meno gradevole.

Guardate per esempio l’orso qui sotto: se ne stava appisolato su un soffice nido quando d’un tratto… ben dodici pulcini decidono di usare la sua morbida pelliccia come materasso. L’orso che prima era decisamente comodo adesso è, senza ombra di dubbio, piuttosto scomodo!



Avreste mai pensato che bastava così poco perché una situazione si ribaltasse completamente?

Adesso è il vostro turno di immaginare qual è la circostanza che stanno vivendo gli animali protagonisti di alcune scene. Prendete quella qui sotto, ad esempio: un coniglio è allegro, l’altro coniglio è triste… cosa sarà mai successo?



Ma è chiaro, uno ha rubato all’altro un bel cestino pieno di deliziose carote!



Scaricate le tre vignette in Pdf e divertitevi a immaginare gli episodi più stravaganti!


Una sola versione dei fatti… o forse due!

Arrivati a questo punto, pensare al contrario dovrebbe riuscirvi particolarmente facile. Quale momento migliore, allora, per riscrivere completamente una storia e far succedere tutt’altro rispetto a quello che viene raccontato in prima battuta?

Prendete l’esempio qui sotto:
Un mansueto coccodrillo se ne stava tutto tranquillo in riva a un grande stagno quando una pecorella bianca si avvicinò per bere un po’ d’acqua. Il coccodrillo era molto gentile e per nulla affamato, quindi tutto andò per il verso giusto.



… Siamo sicuri che esiste una sola versione dei fatti? E se quel coccodrillo “mansueto” fosse in realtà “feroce”? E se invece di essere per nulla “affamato” fosse… per nulla “sazio”? Raccontate la storia usando tutti gli opposti delle parole sottolineate e disegnate il finale che si prospetterebbe se, anche in questo caso, le cose prendessero una piega totalmente inversa!



Se a forza di pensare il contrario del contrario siete ritornati alla versione dei fatti iniziale segnalatecelo a info@minibombo.it, troveremo un modo per capovolgere nuovamente le cose!





Leggi la scheda del libro


Chiudi