Nella storia del libro un semplice gelato costituiva il trampolino di lancio per un’escalation di richieste sempre più pressanti.



A voi è mai capitato di fare un tale baccano per un cono?



Facce da capriccio

Ad ogni capriccio, in genere, è associata un’espressione diversa. Magari non ci avete mai fatto caso, ma quando a qualcuno prende il ghiribizzo il suo viso cambia completamente, assumendo caratteristiche anche davvero poco
gradevoli.



Potrebbe allora essere divertente sperimentare un po’ di facce diverse, utilizzando i tratti base – bocche e sopracciglia – che troverete in Pdf e mescolandoli tra di loro per ottenere le combinazioni più antipatiche: chissà che non serva ad esorcizzare certe derive pericolose, un po’ come se si trattasse di guardarsi allo specchio mentre si è brutti e in disordine!



Che si tratti di capricci all’esordio, ancora incerti ed esitanti, o capricci all’apice del loro potenziale, cimentatevi nella vostra personale galleria di facce senza dimenticare che, a volte, se un capriccio è proprio magistralmente eseguito, l’espressione corrispondente può arrivare ad essere persino diabolica…



Capriccio memorabile

Tutti noi, volenti o nolenti, prima o poi abbiamo fatto un capriccio, lagnoso o arrabbiato, lamentoso o prepotente.
Disegna il tuo capriccio memorabile, quello che ricordi meglio per durata e intensità, tenendo bene a mente che ogni capriccio, a seconda del tipo di richiesta che rappresenta, ha un suo colore caratteristico.



Se il capriccio blu è quello più piagnucoloso, quello grigio è di chi si crogiola nel proprio brodo e quello verde è carico d’invidia, potreste anche immaginare altre cromie: il fucsia per un capriccio un po’ sopra le righe, ad esempio, oppure il nero… per un capriccio veramente furibondo!



L’oggetto del desiderio

I capricci, a onor del vero, non si fanno certo per una cosa qualunque: ognuno di noi ha i propri oggetti del desiderio, talmente ambiti che ci spingerebbero a smuovere mari e monti pur di ottenerli.
Provate dunque a realizzare il racconto autobiografico del vostro capriccio-tipo, sostituendo il gelato della storia con le vostre richieste più frequenti, che si tratti di una caramella gommosa, di un carretto a quattro ruote o di un coniglio rosa da tenere in giardino.



Ispirandovi alle sequenze del libro, scaricate le tavole in Pdf e create la cronaca fedele dei vostri capricci, con un finale in linea con quello della storia di partenza, o anche totalmente diverso.



Ne uscirà senza dubbio un grande successo editoriale!


 

Se avete fatto un capriccio per una ruspa che alla fine non ha sortito alcun effetto, scriveteci a info@minibombo.it e ve la manderemo noi!








Chiudi