Cosa c’è di meglio di un caldo e tranquillo pomeriggio passato in riva al mare? Tutto sembra andare liscio in questa soleggiata vicenda, finché non arriva l’onda e…



Trova le differenze

L’intera storia ruota intorno al disordine che l’onda provoca: al cappello, alla maglietta e agli occhiali abbandonati sulla spiaggia si sostituiscono vistose conchiglie e buffe creature marine, in un’escalation di scambi che metterà a dura prova il senso di osservazione di un papà e del suo bambino alle prese con i dispetti del bagnasciuga.

E in quanto a senso di osservazione, voi come vi sentite? Cercate di individuare tutti e 9 gli elementi che differenziano le due cartelle qui sotto, sfidando anche il vostro vicino di ombrellone ad un’appassionante caccia all’ultimo dettaglio.



 

… Dovrete ammettere che, pur essendo assai simili, qualche differenza un po’ vistosa attira lo sguardo!


Il gioco dell’onda

All’inizio della storia il malcapitato genitore si toglie i vestiti per dedicarsi a una bella tintarella, mentre alla fine si riveste da capo a piedi, anche se, suo malgrado, non risulterà esattamente quello della prima pagina.

In questo avvincente gioco ogni partecipante avrà in dotazione un omino in costume da bagno e tutti i pezzi per vestirlo. Procuratevi delle pedine e, tirando i dadi, fatele avanzare sul percorso, dove alcune caselle permetteranno di ottenere gli elementi marini necessari a ciascuno per addobbare l’ignaro protagonista.



 

Vince chi riesce a vestire per primo il proprio personaggio come quello al centro del tabellone, ma attenzione: anche qui, come nel libro, l’onda potrà giocare brutti scherzi e trascinare via in un sol colpo tutti gli elementi conquistati… SPLASH!


Tutti ai propri posti!

Anche se bisogna ammettere che avere un polpo per cappello, conchiglie per ciabatte e branzini come guanti si può rivelare assai esilarante, è altrettanto vero che tutte queste simpatiche bestiole dovranno prima o poi tornare a popolare i fondali da cui provenivano.



 

Scaricate tutta la fauna marittima, ritagliatela e, sfruttando la vostra immaginazione, provate a ricostruire la scena che non si vede nel libro: cosa faranno tutti, una volta abbandonata la terraferma e rientrati nel loro habitat naturale? Il polpo si farà per caso una bella passeggiata con il suo cappellino alla moda? E i paguri, giocheranno forse a nascondino con anemoni e patelle?



Se anche voi una volta vi siete presentati a cena dal nonno in una veste completamente inedita, scrivete a info@minibombo.it raccontando la sua reazione!





Leggi la scheda del libro


Chiudi